Uomini e muri

Sotto una luna piena, e senza nessuna vergogna!
Hanno legato le sue mani,
Hanno chiuso per sempre la sua bocca …
E lo hanno chiamato Assassino.

Scorre un vento freddo, e la luna diventa rossa e colma di rabbia.
E loro …
Hanno preso quel poco di cibo che aveva,
Lo hanno spogliato dai suoi vestiti,
Lo hanno buttato nella fredda cella.

E in una notte buia e profonda,
lo hanno chiamato Ladro

Lo hanno cacciato da tutti i porti,
Lo hanno allontanato dalla sua storia ,
Lo hanno spogliato dalla sua dignità …
E lo hanno chiamato: rifugiato.

A te che hai il dolore negli occhi,
A te che hai le mani legate,

Non disperare
La notte terminerà,
La luna tornerà pura e vestita di bianco.

Non rimarranno i centri per i rimpatri,
e non rimarranno le catene.

Nerone è morto,
Roma è ancora viva…
Con i suoi occhi belli e sanguinanti …. Lotta.

Dal tuo dolore nascerà un seme,
dai semi seccatati dal fuoco della rabbia,
nascerà l’amore.

Sotto un cielo sereno e una luna calda e sorridente,
Nascerà un fiore, e il suo dolce profumo,
Vi insegnerà ….
L’amore
…………………………..
……….

Pensata dopo aver passato qualche anno al centro di accoglienza ( CPR centri per rimpatrio ex CIE ),
passa La luna …
Mi ritrovo in Carcere, e i muri parlano …
Scritta dopo aver ballato per tutta la notte o forse sognavo di ballare e mi sono svegliato trovando La rivoluzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...